Benvenuti

Qualità e Vendite

Per la 14° Edizione di Gotha

14 mila presenze in 4 giorni

(Parma, 13 novembre 2018) – Per Gotha, l’appuntamento di alto antiquariato, arti e Novecento di Fiere di Parma, doveva essere l’edizione del cambiamento e così è stato. Lo è stato per il pubblico (14 mila presenze in quadro giorni), per l’alta qualità delle opere (il lavoro del vetting commitee ha reso tutto più fluido) e per le vendite di cui una parte a facoltosi collezionisti oltre confine.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati - ha dichiarato Ilaria Dazzi, Brand Manager di Gotha -. Abbiamo saputo attrarre un pubblico profilato e suscitato l’interesse di curatori museali anche stranieri”. Nei corridoi del pad 3 - viale Courbet, viale A.Martini e Petitot - si sono infatti intravisti Sergey Khripun, curatore in Russia di diverse mostre d’arte, Elena Selina gallerista e Direttore della Sezione Museo di Arte Contemporanea "Garage" di proprieta' di Roman Abramovich , il gallerista Vladimir Dudchenko, e Aidan Salakhova, famosa pittrice, gallerista e figlia del pittore Tair Salahov (le cui opere si trovano nella Galleria Tretyakov) solo per citarne alcuni.

"Continueremo - ha aggiunto Ilaria Dazzi - a lavorare sull’internazionalizzazione, ci sarà ulteriormente di aiuto Parma Capitale italiana della Cultura, prorogata al 2021. La condizione attuale non ci permette di perseguire gli obiettivi che avevano animato il nostro lavoro già dal 2018: anche per questa ragione abbiamo deciso di iniziare a ragionare in ottica 2021 e non disperdere le energie profuse fino ad oggi".

Più che una fiera, Gotha si è proposta così come un salotto dell'arte - oltre sessanta le gallerie presenti - dall'atmosfera rilassata ma con un'offerta di qualità elevata tipica delle opere museali e che ha rappresentato un viaggio nella storia della creatività umana.

Come l’ oscillum bifacciale in agata multicolore raffigurante Alessandro Magno e Filippo di Macedonia del sec XVI, una rara cassa nuziale gotica del 1400 o il Cristo in avorio con piedi e mani a pinna risalente al X-XI sec (l’unico esemplare simile è presso la Fondazione Gomez Pardo, Museo Felix Canada). Poi Canaletto, Camillo Procaccini, Guido Reni, Ligabue, Renato Guttuso e Giò Ponti. Infine i gioielli, quelli coloratissimi di David Webb e i diamanti come ‘Zimmi’ di tonalità (gialla) sconosciuta fino alla recente scoperta di una nuova miniera in Sierra Leone.

Rarità che hanno conquistato il pubblico tanto che sono bastati quattro giorni per chiudere da parte degli espositori importanti vendite.
Se ne sono andati due vedute romane di Amedeo Bocchi, uno stipo a bambocci genovese del ‘600, un piatto in maiolica di Giò Ponti della serie “Le mie donne” del 1925 e una poltrona della Bottega Bugatti del 1910 stile Art Deco’.
In particolare, le scelte degli operatori esteri, provenienti da Germania, Francia, Belgio, Russia, sono andate ai pezzi più classici, con una predilezione per i complementi d’arredo di epoca Impero, sculture in marmo (oggetti questi di grande rivalutazione sul mercato internazionale) e manufatti in pietra di alta epoca. Non sono mancati nel ranking i dipinti, per i quali svizzeri e francesi hanno privilegiato soggetti sacri, ritrattistica e nature morte con una grande attenzione per la qualità e per lo stato di conservazione.

Poche le disclosure degli espositori su prezzi e sulle opere vendute ma il riallestimento, per alcuni, degli spazi espositivi è stato l’indizio inequivocabile di affari ben conclusi.

“Il servizio di supporto all’Esportazione dei Beni Culturali offerto dalle fiere, in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Artistici e Culturali di Bologna, - ha concluso Dazzi - ha fatto la differenza permettendo ai buyer stranieri di poter esportare i beni riducendo al minimo tempistiche e criticità dettate dalla rigida normativa italiana”.

A vincere, insomma, il nuovo format ma anche un grande lavoro di squadra.

Evento

Il Collezionismo d'Arte

Un racconto attraverso i simboli dell'arredo e dell'arte

Un racconto attraverso i simboli dell'arredo e dell'arte, da quelli appartenuti ai nobili casati passando per quelle che hanno attraversato i salotti dei collezionisti di tutto il mondo: Gotha è il collezionismo nella sua più elevata concezione, l'opera presentata nella sua grandiosità, nella sua magnificenza.

Conclusasi la 14ma edizione, Gotha si riconferma come punto di riferimento per gallerie italiane e internazionali, collezionisti o semplicemente amatori di oggetti d'arte.

Numerose le iniziative che hanno animato la scorsa edizione, come speciali mostre tematiche e conversazioni sul mondo dell'arte a cura di studiosi, collezionisti, curatori museali e personalità qualificate.

Esporre

Eccezionale qualità

Gotha è la manifestazione internazionale di antiquariato di alta gamma, alla quale partecipano espositori selezionati e dalla eccezionale qualità delle opere esposte.

Esporre a Gotha significa proporsi in una vetrina unica ed esclusiva, che catalizza l’attenzione di un target estremamente profilato.

Scopri gli espositori di GOTHA 2018
CATALOGO ESPOSITORI GOTHA 2018

Gotha ha intrapreso liaison, partnership ed iniziative di co-marketing con aziende e stakeholder del settore, che arricchiscono l’evento di servizi ed attività trasversali per renderlo un autentico rendez-vous del segmento luxury-antiques.

La quattordicesima edizione dell’evento ha definito una direzione precisa: quella di portare all’attenzione del pubblico pezzi prestigiosi non soltanto dei periodi temporali consueti per questa manifestazione, ma anche di anni più vicini al nostro tempo: fotografia, scultura, videoarte e installazioni sono elementi che Gotha intende approfondire per rendere questo evento il più completo del panorama italiano.

Attenzione, avviso per gli espositori – LEGGI

Chi siamo

14 edizioni di collezionismo di eccellenza

Gotha sarà la vostra esperienza museale all’interno del Quartiere Fieristico di Fiere di Parma, nonché l’opportunità ideale per prendere visione di opere di grande prestigio, pezzi di alto antiquariato e opere di grande rilievo in ambito contemporaneo: un’autentica galleria tra le esperienze estetiche di maggior peso attraverso la storia.

Un racconto attraverso i simboli dell’arredo e dell’arte, da quelli appartenuti ai nobili casati passando per quelle che hanno attraversato i salotti dei collezionisti di tutto il mondo: Gotha è il collezionismo nella sua più elevata concezione, l’opera presentata nella sua grandiosità, nella sua magnificenza.

La quattordicesima edizione dell’evento ha definito una direzione precisa: quella di portare all’attenzione del pubblico pezzi prestigiosi non soltanto dei periodi temporali consueti per questa manifestazione, ma anche di anni più vicini al nostro tempo.

Fotografia, scultura, videoarte, installazioni, sono tutti elementi che le gallerie di fama internazionale inseriscono nella propria offerta e che Gotha intende approfondire affinché per tutti sia possibile considerare questo evento come il più completo nel panorama italiano di fascia.

Un’esperienza quindi a 360 gradi: dall’antiquariato, all'orologeria, dalla musica alle degustazioni, affinché il desiderio di ritornare e scoprire sempre nuove cose lasci un segno nella mente dei nostri visitatori.

Visitare

Una opportunità unica

Gotha è un’opportunità unica per scoprire creazioni di grande prestigio, pezzi di alto antiquariato e opere di rilievo in ambito contemporaneo: un autentico viaggio tra le esperienze estetiche di maggior rilevanza.

Ad impreziosire l’evento è la sua stessa cornice: Parma, la capitale della Food Valley, un luogo di grande fascino in cui tradizione verdiana e cultura del buon cibo si fondono per dare origine ad un connubio eccezionale per appassionati e semplici curiosi.

Dall’antiquariato alla fotografia, dalla musica alle degustazioni, Gotha è un’esperienza a 360 gradi in un mondo di scoperte e sensazioni uniche.

La prossima edizione di Gotha vi aspetta nel 2021!

Scopri gli espositori di GOTHA 2018 - CATALOGO ESPOSITORI GOTHA 2018

Appuntamenti Gotha 2018

- Giovedì 8 novembre,  ore 17.30 -
 PETITOT E LE COMPETIZIONI EUROPEE DELL'ACCADEMIA DI PARMA NEL '700
con Alessandro Malinverni e Carlo Mambriani

- Venerdì 9 Novembre, ore 11.00 -
IL VALORE DELLA CARTA DA GALILEO A UNGARETTI E BOCCIONI
Vendite all'asta e vendite al Ministero
con il Dott. Fabio Bertolo, Amministratore delegato di Finarte e responsabile del Dipartimento Libri, Autografi e Stampe

- Venerdì 9 Novembre, ore 17.30 -
IL COLLEZIONISMO PRIVATO: L'ESEMPIO BONANNI - DEL RIO
Antonio Mascolo, giornalista e fotografo,intervisterà
Lucia Bonanni e Mauro Del Rio di BDC28 - Bonanni - Del Rio Catalog

- Sabato 10 Novembre, ore 11.00 -
Un A due voci dedicata al tema del collezionismo museale con Serena Bertolucci, Dirigente del Polo Museale Liguria,
e Mauro Felicori, Direttore Generale della Reggia di Caserta

-  Sabato 10 novembre, ore 17.30 -
XART FINGERPRINT AUTHENTICATION SYSTEM
Il metodo di identificazione delle opere d'arte
con Fabio Romano Moroni e Stefano Ridolfi
Ce.S.Ar. Centro Studi Archeometrici - Associazione per le Ricerche Archeometriche in collaborazione con Arsmensurae e Sapienza Università di Roma

Mostra collaterale 2018

TESORI DEL SETTECENTO

Tre opere donate all'Accademia di Parma

In collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Parma una mostra dedicata al Collezionismo Parmigiano, tre opere rappresentative dell’Accademia dedicate a due simboli della città

LEONE E LEONESSA 1935-1936

Due sculture ritrovate di Arturo Martini

In collaborazione con Paolo Aquilini, direttore del Museo della Seta di Como, Roberto Borghi e Tono Morganti, un’esposizione assolutamente inedita dei due leoni di Arturo Martini

Appuntamenti sul territorio

IL CASTELLO E L'ANTICO BORGO DI TABIANO

Storia, bellezza e tradizione.

Via Tabiano Castello 1
43039 Salsomaggiore Terme (PR) Italy

info@castelloditabiano.com

Castello   castelloditabiano.com   +39 348 8955378
Antico Borgo   tabianocastello.com   +39 0524 881168
Casali   casaliditabiano.com   +39 380 7041365

Iniziative 2018

GothaNet: il progetto che porta anche in Fiera la relazione territoriale ed extra territoriale tra musei.

Dall’8 all’11 novembre 2018 presso Fiere di Parma si è tenuta la 14ma edizione di Gotha, un evento prestigioso dedicato all’arte, in cui saranno esposte opere di notevole valore non solo economico.

In questo contesto abbiamo incluso la partecipazione di una rete di musei con uno spazio informativo dedicato in cui permettere ai luoghi d’arte e cultura, che rendono Parma una città unica nel suo genere, la presenza di materiali relativi alle iniziative specifiche previste nel periodo concomitante alla manifestazione Gotha. Una sorta di Tourist Art Point strategico per tutti gli operatori provenienti dall’estero che hanno soggiornato a Parma tra il 7 (serata inaugurale) e l’11 novembre e per tutti gli appassionati.

Un’altra importantissima novità che ha caratterizzato la 14a mostra di alto antiquariato, arti e Novecento è stata la partecipazione di gallerie di arte moderna contemporanea di rilievo nel novero degli espositori, contribuendo ad arricchire l’offerta merceologica per il pubblico: quindi non solo antiquariato di altissimo livello, ma anche una sezione collaterale che ha ospitato un pezzo unico e inedito.

Dicono di noi

FRANCESCA PERATONI
ArchitettaMi

“Architetto, designer d'arredo, blogger, mamma e non per forza in quest'ordine. Amo la luce, le piante e i fogli bianchi dove progettare le vostre case e nuovi sogni.„

FRANCESCA GUATTERI
Vivere per raccontarla

“Come Màrquez sono convinta che la vita il nostro modo di ricordarla e di raccontarla, sia un risultato di un insieme di memorie e di emozioni del tutto soggettive„

VIVIEN BASS

“Fitness addict, positive mind, active traveller. Sono una fitness & wellness blogger ed eco-luxury travel blogger. Travel & Train è il motto!„

CHIARA CAZZAMALI
Megliounpostobello

Come si diventa una travel blogger? Semplice, un giorno ho pensato che un posto bello è meglio di un posto brutto. Banale vero? Peccato che poi spesso ce ne dimentichiamo.„

Editori

Conferenza Stampa

12 Settembre 2018, ore 11.30

Conferenza stampa di Gotha 2018

Ilaria Dazzi  i.dazzi@fiereparma.it
Antonella Maia  antonellamaia.ufficiostampa@gmail.com

Palazzo Litta, Milano

Leggi il Comunicato stampa

Leggi il Comunicato di lancio

Commissione Scientifica 2018

Marisa Addomine,
Clara Arata,
Dora Liscia Bemporad,
Davide Cammi,
Gianfranco Capraro,
Alberto Cottino,
Vittorio Cuoccio,
Carmen Ravanelli Guidotti,
Emilio Negro,
Paul Nicholls,
Alfonso Panzetta,
Valerio Terraroli.

Come arrivare

Fiere di Parma – Viale delle Esposizioni 393a – 43126 Parma

In auto

Dall’uscita Parma Centro dell ‘autostrada (A1) si raggiunge direttamente e rapidamente Fiere di Parma in meno di 5 minuti grazie alla nuova arteria complanare che la collega direttamente con il casello autostradale.
Milano, Bologna, Verona distano circa un’ora di macchina. Firenze, Padova, Torino e Genova poco di più.
La tangenziale di Parma permette di raggiungere velocemente ogni punto della città. La struttura fieristica di Parma, in questo modo, è raggiungibile in poco tempo anche dalle cittadine termali di Salsomaggiore e Tabiano.

In treno

La stazione ferroviaria di Parma si trova lungo l’importante direttrice Milano – Roma e tra gli interscambi delle linee ferroviarie che servono tutto il Nord Italia.

In aereo

Gli aeroporti di Milano Linate (120km) e “Marconi” di Bologna (90Km) sono facilmente raggiungibili in meno di un’ora dal complesso fieristico di Parma.
Milano Malpensa e l’aeroporto di Verona si distanziano per poco di più.
L’aeroporto “Giuseppe Verdi” di Parma è adiacente alla struttura fieristica e ha collegamenti con diversi aeroporti nazionali.

Contatti

Informazioni: 
gotha@fiereparma.it

Responsabile Vendite: 
Cristina Giuffredi  c.giuffredi@fiereparma.it

Segreteria Organizzativa:
Sabrina Campi  s.campi@fiereparma.it

Approvazione progetti:
Federico Pirotti  f.pirotti@fiereparma.it

Ufficio stampa:
Antonella Maia antonellamaia.ufficiostampa@gmail.com

Responsabile Marketing: 
Ilaria Dazzi i.dazzi@fiereparma.it

Amministrazione: 
Eleonora Torelli e.torelli@fiereparma.it

Segreteria Tecnica Espositori: 
sate3@fiereparma.it